sabato 19 gennaio 2013

Cimette di cavolfiore in pastella

....e finalmente e' arrivato il fine settimana... E cosa ancora piu' bella anche il mio fidanzato e' di riposo! (purtroppo non capita spesso); cosi' abbiamo potuto organizzare un bel aperitivo a casa, con dei cari amici che purtroppo vediamo poco, perche' abitano in Friuli. Inoltre anche loro hanno un frugoletto, davvero simpaticissimo, e cosi anche Giorgia ha passato un bellissimo pomeriggio (giusto per la cronaca, Giorgia e' piu' grande del suo amichetto e mentre spiluccavano anche loro insieme a noi, lei lo imboccava.....la genetica non sbaglia!!!!!).
Tornando all' argomento centrale, cioe' la cucina, (purtroppo quando comincio a parlare di bimbi, tendo a divagare....scusate!!!!) ho voluto provare una ricettina che da un po' mi frullava in testa, ma che non avevo ancora fatto perche' a base di cavolo, e purtroppo a casa mia, lo mangio solo io (per cui, poi mi tocca mangiare cavolo in tutte le salse per una settimana).

INGREDIENTI
1 cavolfiore (la dimensione sceglietela in base a quanti siete)
2 o 3 uova (in base alla dimensione scelta)
Farina q.b.
Sale q.b.
Olio per friggere

Suddividere il cavolfiore in cimette e cuocerle circa 6 min in micronde in una teglia specifica con un goccio di acqua (oppure lessarle, ma farlo poi sgocciolare bene).
Passare le cimette nella farina e poi nell' uovo sbattuto con poco sale e tuffarle subito nell' olio bollente; quando saranno dorate, toglierle dall' olio e depositarle in una ciotola con carta assorbente, spolverizzare con il sale e servirle subito.
Se servite subito, le cimette saranno belle croccanti, mangiate piu' tardi invece diventeranno morbidine (personalmente le preferisco nel secondo modo); le ho poi accompagnate con qualche bruschettina che nei miei aperitivi non devono mai mancare!!!
Come potete notare, non sto citando il voto del mio fidanzato, come faccio di solito, perche' lui odia il cavolo e il voto sarebbe stato un 2 ad essere larghi!!!!!